SUMMER OPEN SEA KAYAK EXPEDITION...

... un altro lungo viaggio in Grecia...
prima le coste occidentali delle Isole Ioniche... quelle che più ci sono piaciute nei viaggi precedenti, e poi il periplo del Peloponneso.
Per noi è un viaggio aperto, sia per il tempo a disposizione che per altri kayaker che si vorranno unire a noi.
Partiremo ai primi di maggio e contiamo di finire entro settembre. Controllando la posizione che regolarmente pubblicheremo
sul blog e su Facebook, sarà possibile raggiungerci in ogni momento per far parte della squadra.
Tatiana e Mauro


Please use the translator on the left.
We're paddling most of the day and we don't have enough time to translate every single post...
We're confident you understand our position!

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

venerdì 21 aprile 2017

La newsletter dedicata al viaggio...

Con una speciale newsletter in italiano ed in inglese annunciamo il nostro prossimo viaggio estivo in Grecia, lungo le Isole Ioniche e intorno al Peloponneso.
Il viaggio è aperto: se volete raggiungerci per condividere un tratto di mare, siete più che benvenuti!



We write a special newsletter both in English and Italian to announce our next summer sea kayak trip in Greece: along the Ionian Islands and around the Peloponnese.
We're always happy to share experiences, so if you want to join us for a while you're more than welcome!

martedì 18 aprile 2017

Carte, portolano, guide turistiche, manuali e libri di lettura...

Il portolano della Grecia Ionica l'avevamo già acquistato anni addietro: è molto dettagliato e riporta informazioni precise ed affidabili non solo sui porti turistici e commerciali che si incontrano lungo la costa ma anche sui vari possibili approdi e ancoraggi offerti dalle varie isole.
Le carte, invece, le abbiamo ordinate qualche mese fa: sono arrivate in ordine sparso, in ragione della diversa casa editrice. Le nostre preferite sono quelle della Terrain, una compagnia cartografica greca fondata nel 2008 che produce carte topografiche aggiornate molto curate in ogni dettaglio: sono resistenti all'acqua, in materiale anti strappo, ricche di annotazioni storiche e culturali, con sentieri escursionistici chiaramente indicati e con foto accattivanti quando lo spazio lo concede.


Le guide turistiche le prendiamo in prestito nella biblioteca comunale di Legnano: le consultiamo con famelica curiosità, trascriviamo le informazioni sulle carte delle varie isole (e penisole) e fotocopiamo solo alcuni passi, solitamente quelli relativi alla flora e alla fauna, alle feste religiose e popolari, alle personalità di rilievo, ai film da vedere prima di partire, ai libri da leggere...
I manuali ed i libri arrivano sempre dalla biblioteca comunale ma quando attirano il nostro interesse (come è capitato per quelli inclusi nella foto) allora investiamo qualche moneta nell'acquisto, per arricchire la nostra biblioteca personale e per entrare nel viaggio ancora prima di metterci in viaggio: queste piacevoli letture, infatti, diventano presto fonte di inesauribili quanto curiose informazioni sugli usi e costumi greci... lo sapevate, per dire, che non ci si può addormentare sotto un fico perché l'ombra diventa pesante?

domenica 16 aprile 2017

La resa dei (tanti) punti...

Anche per questo viaggio siamo arrivati alla fine della programmazione dei punti di possibile imbarco, sbarco, campo e sicurezza.
Uno sguardo veloce alla costa prima di iniziare ci ha fatto pensare che questa volta un numero a tre cifre non sarebbe bastato a definirli tutti, infatti sono 1.525!
Invece di iniziare con il fatidico 0001***, e scrivere un numero infinito di inutili zeri per le settimane necessarie alla programmazione, avremmo anche potuto farlo con un semplice 1*** e velocizzare la scrittura dei punti... ma una cosa è l'ordinamento umano e quello che è in grado di capire da quello che vede, un'altra cosa è l'ordinamento che le macchine fanno quando non si trovano dei numeri omogenei per lunghezza: prima tutti gli 1, poi tutti i 2 e così via... un perfetto caos!
Quindi abbiamo preferito un po' di lavoro in più ma una gestione più semplificata dei punti.

La prima sequenza dei punti

La seconda sequenza dei punti.
L'assenza di punti per due lunghi tratti della costa occidentale rappresenta due interminabili spiaggioni tutti costruiti e dove saranno da inventarsi dei luoghi di campo adatti.

Anche questa volta partiamo con due GPS e saranno entrambi sempre in uso (e cercheremo di vigilarli sempre con cura!).
Con il nuovo Montana che gestisce 4.000 punti non ci sono problemi anche considerando gli ulteriori circa 150 nuovi punti degli effettivi campi; con il vecchio 76csx che ne gestisce solo 1.000, dobbiamo invece utilizzare il metodo dello scorso viaggio, cioè caricarne una parte e poi, quando sarà necessario, caricarne un'altra parte, e così via fino alla fine del viaggio.
Con due file rispettivamente da 681 e 909 punti dovremo essere coperti anche per le ulteriori aggiunte (la somma di questi punti è superiore perché sono previste delle zone di sovrapposizione per avere una certa elasticità di sostituzione del file). In pratica il primo file copre fino all'arrivo sul Peloponneso, il secondo copre tutta la penisola (considerando il canale di Corinto a noi piace considerarla un'isola!), quando saremo sulla via del ritorno e la abbandoneremo, dovremo caricare nuovamente il primo file.
Per queste operazioni abbiamo attrezzato 3 cellulari ed il PPC (Piccolo Personal Computer da 10") che ci porteremo e che compirà 7 anni alla fine di luglio: è molto lento anche sfoltendo al massimo quello che deve fare, ma confidiamo che finirà dignitosamente anche questo viaggio.

giovedì 13 aprile 2017

Il nuovo diario di viaggio by Luciano Belloni

Luciano Belloni ci ha regalato un nuovo diario di viaggio.
Come quello dell'anno passato per il viaggio alle Isole Cicladi, anche questo ha la copertina rigida, i fogli a righe, la carta riciclata e tutte le notizie utili per arricchire il diario di bordo: il giorno, l'orario ed il luogo di partenza e di arrivo, le condizioni meteo-marine, le miglia percorse, gli incontri in mare, i ritrovamenti in spiaggia. Il dato per noi più importante rimane sempre l'ultimo: la cena, l'ora ed il luogo in cui sediamo a mangiare, con l'indicazione della taverna che abbiamo avuto la fortuna di incontrare lungo il cammino!

La copertina del nostro nuovo diario di viaggio realizzato da Luciano Belloni
L'impostazione che abbiamo scelto di dare al nostro diario di viaggio...
Il confronto tra il nuovo ed il vecchio: a sinistra il primo diario del viaggio del 2007!

Mentre scattavo le foto al nuovo diario, mi sono ricordata del primo diario usato per il primo viaggio in kayak con Mauro in Grecia, quello dedicato alle Isole Ioniche, foriero di tante nuove avventure. Correva l'anno 2007: sono passati dieci anni e ad agosto festeggeremo la ricorrenza in mare. Ai quei primi viaggi di scoperta avevamo dedicato nel 2009 un libricino ed un DVD a cui siamo rimasti particolarmente affezionati. Nel frattempo sono cresciute non solo le dimensioni del diario di viaggio ma anche le nostre aspirazioni a trascorrere in mare sempre più giorni, settimane, mesi...
Torniamo volentieri in Grecia e torniamo per la terza volta alle Isole Ioniche: ne scriveremo ancora sul nostro bellissimo diario di viaggio!

lunedì 27 marzo 2017

Lo sponsor che ci fa navigare con i nostri Voyager: CS Canoe

E' così radicata l'abitudine ad averli e pagaiarli che quasi ci dimenticavamo di CS Canoe che ha prodotto i Voyager con i quali navighiamo ormai da un paio di anni.
I Voyager sono diventati compagni inseparabili, affidabili e pronti a rispondere alle necessità in ogni tipo di mare, non riusciamo ad immaginare un altro kayak che risponda in questo modo alle nostre esigenze.



Riflettendo sulla soddisfazione che da in navigazione ed a pieno carico, sono contento di averlo disegnato così, e sono ancora più contento di aver trovato CS Canoe disposto a produrlo.
Grazie Sandro.